Luneur

Il LunEur era il luna park più antico d’Italia: la sua realizzazione risale infatti al 1953 su iniziativa di alcuni giostrai: Adalberto Mirabito, Antonio Frezzato, e i nonni materni – giostrai e circensi – dell’attrice romana Virginia Raffaele; come lei stessa racconta in più occasioni  e alla cui storia ha dedicato anche uno spettacolo teatrale, Samusà , nel quale porta in scena proprio la sua infanzia e la sua adolescenza vissute tra lo stand del Tiro al Cinzano e il banco dei pesci rossi, gestiti dai suoi genitori. Il nome deriva dal quartiere, EUR (Esposizione Universale Romana). Dal 2008 il parco è gestito dalla società Luneur Park S.p.A. ed è stato demolito per poi essere completamente ristrutturato dalla nuova amministrazione.

Capitolo 1: Le Magiche Civette

Un Giardino delle Meraviglie al di là dello spazio e del tempo. Una terra magica che si rivela solo quando qualcuno ha bisogno di trovarla!

Ad occhi poco attenti, questo luogo potrebbe sembrare simile a tanti e tanti altri: solo se si è veramente pronti per esplorarlo, solo allora, si potrà vedere ciò che è celato dietro la magia.

Io, Luna, la Civetta dal cuore dorato, non sono la sola Civetta di questo Regno di Fiaba, insieme a me, vivono tante altre splendide creaturine piumate, piccoli Gufi e Civette che, come me, hanno un “maestro” in comune: il saggio Gufo che da oltre trent’anni sovrasta la Casa Magica. Ci sono Milvio, il Gufo ingegnere, Auro il Gufo mago, Maia la Civettina dalle Ali di foglia e il buffo Tango, il folle Gufo clown. Infine c’è Nina, la nostra piccola civetta marinaia che come tutti gli Ovetti del Parco è sempre pronta a divertirsi e a imparare.

 

Capitolo 2: Il Saggio Gufo

Il Saggio Gufo vive nel Giardino delle Meraviglie da ennemilianta annigufi, prima che ogni Bambino nascesse e che ogni Civetta venisse qui a giocare.

Lui è uno dei Grandi Saggi, uno dei pochi, pochissimi Saggi, diciamo che forse è l’ultimo di essi. Il Saggio Gufo è il guardiano ancestrale del Giardino delle Meraviglie e ha costruito, per proteggere questo Regno, un grande portale incantato, circondato dalle piante senzienti delle Foreste Silvane.

Queste piante sono estremamente intelligenti e decidono loro chi abbia la sola caratteristica necessaria per varcare la soglia del giardino. Vi chiederete, dunque, verso quale “caratteristica” il grande portale decida di spalancare le sue ante: è semplice. Talmente semplice che tutti gli uomini del mondo, quelli che abitano al di là del portale, l’hanno prima o poi posseduta.

Essere bambini – Tutti sono stati bambini, presto o tardi, ma non tutti si ricordano come si fa. Ecco, solo coloro che vogliono essere bambini possono avere la speranza di varcare il Portale del Giardino delle Meraviglie. Ovviamente i bambini veri, quelli che sono bambini per altezza o per peso o per età, sono estremamente avvantaggiati.

Purtroppo, il Saggio Gufo, per tanti annigufi, ha vissuto qui, da solo, a preservare il Giardino dall’Oblio della Adultezza, la grande maledizione che il pessimo Stregone, l’avvoltoio Savaeryus, ha lanciato sui Regni di Fiaba dall’interno della sua terrificante magione spettrale. Una volta, queste lande erano amate e vissute da tutti i bambini. Purtroppo, l’incantesimo dello stregone ha fatto sì che molti si scordassero di questo luogo, facendo la cosa più triste che si possa immaginare: sono diventati adulti! Da quando questa cosa terribile è successa nel mondo al di fuori, il Folle Orologio, qui nel Giardino delle Meraviglie, ha smesso di muovere le sue lancette e la Grande Ruota ha smesso di girare… Questo fino a non poco tempo fa.

Fino a quando non siamo giunte nel Giardino delle Meraviglie: grazie all’aiuto di Bartolomeo, il maggiordomo del Saggio Gufo, il cuore dell’Orologio ha iniziato nuovamente a battere. Proprio quel giorno di autunno, siamo arrivate nel grande Regno del Gufo dopo aver viaggiato per tutti i Regni della Fiabe. Insomma, proprio quando le lancette – nel senso di piccole lance – del Folle Orologio hanno iniziato nuovamente a muoversi, nel Mondo al di là del portale, i Bambini hanno nuovamente iniziato a desiderare la cosa più semplice di tutte… essere sè stessi ed ora sono tutti qui, con noi Civette e Gufetti per rendere nuovamente magico il Giardino delle Meraviglie!

 

Capitolo 3: Il Giardino delle Meraviglie

Nel Giardino delle Meraviglie non manca mai occasione di ascoltare una storia, una bella storia, soprattutto da quando, grazie all’incanto delle mille Girandole, un magico Vento ha fatto volare le nostre piume magiche spazzando via la pessima maledizione.

Immaginate il Giardino delle Meraviglie, il Luneur Park, come un luogo speciale che unisce magicamente tutti i Regni delle Fiabe: proprio grazie ai racconti leggendari che ogni Fiaba possiede, il gufetto Milvio ha potuto costruire tutti gli straordinari progetti magici che non aveva mai avuto possibilità di creare. Infatti, proprio, varcato il grande Portale, vi troverete nel Prato delle Girandole, un luogo adatto ai più piccoli in cui proprio il nostro Gufo Ingegnere ha realizzato nel suo Cantiere Magico, una serie di giochi davvero divertenti.

Ci sono due modi per attraversare il parco, uno è il sentiero vero Owest, attraverso il Regno del Saggio Gufo, che domina da sopra il suo nido nella Casa Magica tutto il parco con i suoi vigili occhioni. Questo è la landa creata con la Magia della Natura, ma attenti! La Magione Spettrale è dove il pessimo Savaeryus si è nascosto per tramare nuovi trabocchetti contro la serenità del Giardino delle Meraviglie!

Cari piccoli dall’indomito coraggio, dovete sapere che esiste un secondo percorso per giungere al di là del Lago, il Sentiero degli Elfi che si snoda attraverso la Foresta dell’Oblio, ultima roccaforte degli orchetti di Savaeryus. Al di là della colorata Splash Zone, si aprirà davanti a voi la Piazza delle Civette, la nostra casa, dove tutto è divertimento: qui troverete i favolosi progetti che il Gufetto Milvio ha realizzato con un pizzico di magia del Gufo Auro.

A sovrastare la nostra casa, la grande Terrazza del Sole: un luogo unico e bellissimo da cui si può ammirare tutto il Giardino delle Meraviglie dall’alto. Uno spazio che, grazie alla nostra magia, ha il potere di cambiare costantemente, consentendo a voi di poter vivere ogni ora, ogni giorno, ogni settimana una nuova magia!

Proprio davanti alla Terrazza del Sole, ecco il nuovo cuore del Giardino delle Meraviglie: la Terra delle Farfalle, dove tutti gli Ovetti potranno conoscere la Magia della Natura e tutti i segreti delle piccole creaturine che vivono all’interno del Regno.

 

Capitolo 4: Bentornati!

Care Mamme e Papà, questo è il Giardino delle Meraviglie, un luogo magico in cui è possibile vivere una giornata insieme ai vostri figli, sicuri di poter lasciare loro la mano anche grazie all’inventiva del gufo Milvio, il nostro Gufo ingegnere.

Dopotutto, questo luogo incantato, voi, che siete stai piccoli qualche annogufo fa, lo conoscete già… si chiama Luneur Park: il parco di Roma dove avete giocato, vi siete conosciuti e magari dove vi siete scambiati il vostro primo bacio.

Siete pronti a perdervi, sereni, in questo meraviglioso Giardino? Il Luneur Park è rinato: un luogo magico che abbiamo creato per tutti i bambini, grazie ad una grande leggenda.

Un spazio incantato, immerso nel verde e ricco di esperienze diverse, in cui ogni ora è ogni ora che volete e dove creeremo insieme nuovi magici ricordi!

Alipiuma!

Tutti i prezzi, se non dettagliatamente specificato, sono al netto di eventuali diritti di prenotazione e commissioni di agenzia.

expiration date:  

Via delle Tre Fontane, 100

Chiedi disponibilità

Condividi "Luneur"

Ti suggeriamo anche:

Torna in alto

Numerose disponibilità di strutture in hotels, case per ferie e case religiose a prezzi estremamente competitivi per tutto l'anno.

Contattateci!

Avviso importante

A seguito del primo periodo di adattamento alle novità e ai cambiamenti in vigore dal 1° gennaio, a fronte delle problematiche rilevate in questo primo periodo, si reiterano alcune disposizioni su cui, così come per tutte le altre, non sarà possibile applicare alcuna flessibilità.
Ferme restando tutte le disposizioni precedenti, si ricorda in particolare che:
1.Il biglietto di ingresso è valido solamente per il giorno e per l’orario indicato al momento dell’acquisto. Esso non è rimborsabile o modificabile.
2.Il biglietto di ingresso acquistato online sarà nominativo. Per ogni titolo di ingresso acquistato sarà inviato un biglietto elettronico, valido per il passaggio ai tornelli senza necessità di cambio alle casse.
3.Il giorno della visita, prima di entrare ai Musei Vaticani (ingresso da Viale Vaticano), ciascun visitatore dovrà presentare individualmente al personale di custodia in servizio al corridoio di ingresso, il proprio biglietto, in formato elettronico (formato PDF) o cartaceo insieme ad un documento di identità in corso di validità per l’opportuna verifica del nominativo. Il biglietto dovrà essere integro; non saranno quindi accettati biglietti elettronici o cartacei privi di una qualsiasi parte, anche minima, tagliati, o con parti cancellate o con eventuali aggiunte. Non verrà altresì accettato il solo codice a barre o codice QR privo del resto del biglietto.
4.Tale biglietto dovrà essere validato individualmente da ciascun visitatore ai tornelli di ingresso. Non saranno accettate validazioni collettive o di gruppo.
5.Il biglietto acquistato a tariffa ridotta, senza adeguato titolo giustificativo, sarà annullato e sarà necessario, ai fini dell’accesso, provvedere all’acquisto di un nuovo titolo a tariffa intera.
6.Per le particolarità di gestione delle seguenti tipologie di visite, acquistabili dal nostro sito, permane l’invio del voucher con necessità di cambio in biglietto presso gli sportelli dedicati:
o Visite guidate organizzate dai Musei Vaticani.
o Visite didattiche.
o Pellegrinaggi.
o Visite di università.
7.Si rinnova a tutti l’invito a rispettare scrupolosamente l’orario di ingresso e le modalità di accesso, con particolare attenzione al corridoio assegnato per tipologia di biglietto.
8.In caso di acquisto di servizi aggiuntivi, il barcode relativo a tutti i servizi sarà presente su ciascun biglietto elettronico acquistato nell’ambito della stessa prenotazione. La validazione di uno dei barcode conferma l’utilizzo dei servizi acquistati nella loro totalità.

Scopri come possiamo aiutarti a pianificare la tua vacanza a Roma

Contattaci!

Info servizi ed eventi per gruppi

Richiesta informazioni sui nostri corsi

Richiesta informazioni sui banner scuole