La Cripta dei Sacconi Rossi

I Sacconi rossi sono un viaggio nella Roma Nascosta, sepolta e dimenticata, vivremo forti suggestioni nella Cripta che si trova nei sotterranei dell’Isola Tiberina, decorata con le ossa e i crani degli annegati, in un barocco trionfo della morte. Un’occasione rara per visitare un luogo del passato, connesso con una pratica pia di altri tempi, Qui sopravvive il sito della Veneranda Confraternita delli divoti di Gesù Cristo e di Maria SS. MA Addolorata, meglio conosciuta come Sacconi Rossi. Si tratta di un luogo macabro eppure affascinante, dalla storia curiosa e soprattutto connessa con una pratica di pubblica utilità: la sepoltura dei corpi annegati nel Tevere e mai reclamati dai parenti. Un viaggio nel passato, un tuffo indietro nel tempo fino al Seicento quando il rapporto dell’uomo con la morte aveva un significato profondo.

La congregazione ebbe il riconoscimento di papa Pio VI Braschi che nel 1784 le concesse di ricavare al piano seminterrato, sotto l’oratorio, un cimitero per seppellirvi i fratelli defunti.

I membri della confraternita, nello svolgere la loro attività, erano soliti indossare un mantello rosso con cappuccio: da qui derivò il nome popolare di Sacconi Rossi con il quale ancora oggi sono comunemente conosciuti. Sin dal principio si dedicarono al recupero delle salme rinvenute nel Tevere e a dar loro una degna sepoltura. I corpi, una volta recuperati, venivano portati in uno degli ambienti della confraternita e poi immersi in una vasca contenente acqua e calce spenta per essere disinfettati. Dopo la funzione religiosa le ossa scarnificate venivano deposte in maniera decorativa nella cripta del convento che divenne, nel corso del tempo, un imponente cimitero analogo a quello più famoso della cripta dei Cappuccini di via Veneto.

Nell’Ottocento, la confraternita subì un periodo di decadenza e, intorno al 1960, arrivò all’estinzione. A partire dal 1983, però, l’eredità dei Sacconi Rossi è stata raccolta dalla Venerabile Arciconfraternita di Santa Maria dell’Orto, riprendendo l’usanza di commemorare i morti nel Tevere con una cerimonia sulle rive dell’isola Tiberina.

Torna in alto

Numerose disponibilità di strutture in hotels, case per ferie e case religiose a prezzi estremamente competitivi per tutto l'anno.

Contattateci!

Avviso importante

A seguito del primo periodo di adattamento alle novità e ai cambiamenti in vigore dal 1° gennaio, a fronte delle problematiche rilevate in questo primo periodo, si reiterano alcune disposizioni su cui, così come per tutte le altre, non sarà possibile applicare alcuna flessibilità.
Ferme restando tutte le disposizioni precedenti, si ricorda in particolare che:
1.Il biglietto di ingresso è valido solamente per il giorno e per l’orario indicato al momento dell’acquisto. Esso non è rimborsabile o modificabile.
2.Il biglietto di ingresso acquistato online sarà nominativo. Per ogni titolo di ingresso acquistato sarà inviato un biglietto elettronico, valido per il passaggio ai tornelli senza necessità di cambio alle casse.
3.Il giorno della visita, prima di entrare ai Musei Vaticani (ingresso da Viale Vaticano), ciascun visitatore dovrà presentare individualmente al personale di custodia in servizio al corridoio di ingresso, il proprio biglietto, in formato elettronico (formato PDF) o cartaceo insieme ad un documento di identità in corso di validità per l’opportuna verifica del nominativo. Il biglietto dovrà essere integro; non saranno quindi accettati biglietti elettronici o cartacei privi di una qualsiasi parte, anche minima, tagliati, o con parti cancellate o con eventuali aggiunte. Non verrà altresì accettato il solo codice a barre o codice QR privo del resto del biglietto.
4.Tale biglietto dovrà essere validato individualmente da ciascun visitatore ai tornelli di ingresso. Non saranno accettate validazioni collettive o di gruppo.
5.Il biglietto acquistato a tariffa ridotta, senza adeguato titolo giustificativo, sarà annullato e sarà necessario, ai fini dell’accesso, provvedere all’acquisto di un nuovo titolo a tariffa intera.
6.Per le particolarità di gestione delle seguenti tipologie di visite, acquistabili dal nostro sito, permane l’invio del voucher con necessità di cambio in biglietto presso gli sportelli dedicati:
o Visite guidate organizzate dai Musei Vaticani.
o Visite didattiche.
o Pellegrinaggi.
o Visite di università.
7.Si rinnova a tutti l’invito a rispettare scrupolosamente l’orario di ingresso e le modalità di accesso, con particolare attenzione al corridoio assegnato per tipologia di biglietto.
8.In caso di acquisto di servizi aggiuntivi, il barcode relativo a tutti i servizi sarà presente su ciascun biglietto elettronico acquistato nell’ambito della stessa prenotazione. La validazione di uno dei barcode conferma l’utilizzo dei servizi acquistati nella loro totalità.

Scopri come possiamo aiutarti a pianificare la tua vacanza a Roma

Contattaci!

Info servizi ed eventi per gruppi

Richiesta informazioni sui nostri corsi

Richiesta informazioni sui banner scuole