La Cripta dei Cappuccini

Su via Veneto, a pochi passi da piazza Barberini, il museo annesso alla chiesa barocca di Santa Maria della Concezione raccoglie ed espone alcuni aspetti significativi dei frati cappuccini in genere e del Lazio in particolare. Le otto sale del percorso espositivo raccontano lo stile di vita semplice, la vicinanza ai poveri e lo spirito di fraternità che caratterizzano l’ordine religioso, di cui viene ripercorsa la storia dal Cinquecento a oggi.

La prima sezione del museo è dedicata al convento, commissionato dalla famiglia Barberini e ultimato nel 1631 secondo il progetto dell’architetto cappuccino Fra Michele da Bergamo. Le due sezioni successive presentano l’ordine e la spiritualità cappuccina attraverso le immagini e le storie di alcuni santi, mentre nella quarta sezione sono esposti vesti, oggetti di uso liturgico e manufatti di uso quotidiano. La quinta sezione è dedicata al dipinto che raffigura San Francesco in meditazione, forse realizzato da Caravaggio appositamente per il convento dei cappuccini. La sesta e la settima sezione raccontano l’attività spirituale, culturale, missionaria e artistica dell’ordine nel Novecento e nel mondo. Al termine del percorso espositivo, l’ottava sezione introduce al luogo conclusivo e di grande suggestione che chiude la visita del museo: la Cripta-Cimitero.

Realizzata verso la metà del Settecento, la Cripta è un’opera d’arte singolare dal gusto macabro tutto barocco, un “memento mori” artistico e filosofico che ha pochi altri esempi in città – come la cripta della chiesa dell’Orazione e Morte a via Giulia o il cimitero della Confraternita dei Sacconi Rossi nei sotterranei della chiesa di San Bartolomeo all’Isola. È costituita da un lungo corridoio sul quale si affacciano cinque cappelle, decorate sulle volte e sulle pareti con i resti mortali di quasi 4.000 frati vissuti tra il 1500 e il 1800, composti in modo tale da formare rosoni, lesene, stelle, clessidre, orologi e farfalle, lampadari e croci. Alle pareti sono ammassate migliaia di tibie, femori e teschi trasformati in materiali da costruzione a creare nicchie e strutture architettoniche che accolgono gli scheletri vestiti con il saio di alcuni frati. Ogni cappella porta il nome delle ossa con cui sono stati eseguiti i decori e contiene, secondo la tradizione, terra santa trasportata qui dalla Palestina o da Gerusalemme.

Torna in alto

Numerose disponibilità di strutture in hotels, case per ferie e case religiose a prezzi estremamente competitivi per tutto l'anno.

Contattateci!

Avviso importante

A seguito del primo periodo di adattamento alle novità e ai cambiamenti in vigore dal 1° gennaio, a fronte delle problematiche rilevate in questo primo periodo, si reiterano alcune disposizioni su cui, così come per tutte le altre, non sarà possibile applicare alcuna flessibilità.
Ferme restando tutte le disposizioni precedenti, si ricorda in particolare che:
1.Il biglietto di ingresso è valido solamente per il giorno e per l’orario indicato al momento dell’acquisto. Esso non è rimborsabile o modificabile.
2.Il biglietto di ingresso acquistato online sarà nominativo. Per ogni titolo di ingresso acquistato sarà inviato un biglietto elettronico, valido per il passaggio ai tornelli senza necessità di cambio alle casse.
3.Il giorno della visita, prima di entrare ai Musei Vaticani (ingresso da Viale Vaticano), ciascun visitatore dovrà presentare individualmente al personale di custodia in servizio al corridoio di ingresso, il proprio biglietto, in formato elettronico (formato PDF) o cartaceo insieme ad un documento di identità in corso di validità per l’opportuna verifica del nominativo. Il biglietto dovrà essere integro; non saranno quindi accettati biglietti elettronici o cartacei privi di una qualsiasi parte, anche minima, tagliati, o con parti cancellate o con eventuali aggiunte. Non verrà altresì accettato il solo codice a barre o codice QR privo del resto del biglietto.
4.Tale biglietto dovrà essere validato individualmente da ciascun visitatore ai tornelli di ingresso. Non saranno accettate validazioni collettive o di gruppo.
5.Il biglietto acquistato a tariffa ridotta, senza adeguato titolo giustificativo, sarà annullato e sarà necessario, ai fini dell’accesso, provvedere all’acquisto di un nuovo titolo a tariffa intera.
6.Per le particolarità di gestione delle seguenti tipologie di visite, acquistabili dal nostro sito, permane l’invio del voucher con necessità di cambio in biglietto presso gli sportelli dedicati:
o Visite guidate organizzate dai Musei Vaticani.
o Visite didattiche.
o Pellegrinaggi.
o Visite di università.
7.Si rinnova a tutti l’invito a rispettare scrupolosamente l’orario di ingresso e le modalità di accesso, con particolare attenzione al corridoio assegnato per tipologia di biglietto.
8.In caso di acquisto di servizi aggiuntivi, il barcode relativo a tutti i servizi sarà presente su ciascun biglietto elettronico acquistato nell’ambito della stessa prenotazione. La validazione di uno dei barcode conferma l’utilizzo dei servizi acquistati nella loro totalità.

Scopri come possiamo aiutarti a pianificare la tua vacanza a Roma

Contattaci!

Info servizi ed eventi per gruppi

Richiesta informazioni sui nostri corsi

Richiesta informazioni sui banner scuole