Caffè Sant’Eustachio

Il Caffè Sant’Eustachio è un’antica torrefazione a legna nata negli anni trenta, situata a Roma di fronte al Senato della Repubblica italiana, a un passo da piazza Navona e dal Pantheon.

Storia
L’anno di fondazione è il 1938. I mosaici della pavimentazione e gli arredi sono tuttora quelli originali. Il cervo simbolo di Sant’Eustachio Il Caffè rievoca l’apparizione e la conversione del pagano Eustachio al cristianesimo.
Nell’omonima piazza, infatti, ha sede da più di mille anni la basilica di Sant’Eustachio, che ha sistemato in cima, al posto della croce, un cervo bianco con una croce conficcata fra le corna.
Sotto la gestione dei fratelli Raimondo e Roberto Ricci, iniziata nel 1999, a Sant’Eustachio Il Caffè si mantiene intatta la tradizione, si prosegue la ricerca della miscela più pregiata e si offre un ventaglio di prodotti a base di una miscela segreta diventata leggendaria.
Il caffè dispone di sei tavoli all’aperto e ha all’interno un apparecchio per la torrefazione a legna datato 1948, che funziona ancora oggi.

Dal 1938 Sant’Eustachio Il Caffè conserva la tradizione del buon caffè e da sempre ne cura la qualità. L’uso dei migliori caffè arabica, la miscela Sant’Eustachio e la preparazione speciale del suo Gran Caffè fanno del locale una sosta obbligata per i buongustai della nera bevanda.
Il caffè crudo viene tostato a legna per essere degustato nel locale, dove lo si può anche acquistare per prepararlo a casa. Le tipologie di caffè torrefatto, lavato e selezionato, sono top quality. La freschezza e la qualità del prodotto fanno sprigionare aromi e sapori impareggiabili, che non sono riscontrabili nei caffè da scaffale della grande distribuzione.
Oggi, però, non basta comprare un caffè buono e di qualità: quando si acquista un prodotto occorre fare attenzione anche a come viene ottenuto e come si sviluppa la sua intera filiera produttiva e commerciale.
È con questa convinzione che Sant’Eustachio ha deciso di intraprendere la strada degli acquisti responsabili e solidali. Da qualche anno la torrefazione usa caffè equo e solidale comprato da organizzazioni no profit, come per esempio l’italiana Altromercato.
Acquistare un prodotto del commercio equo e solidale significa pagare al produttore un prezzo giusto, superiore a quello di mercato, e creare relazioni commerciali di lunga durata, in grado di garantire il finanziamento di progetti locali di sviluppo ambientale e sociale. Non solo. Quando si compra caffè equo e solidale si instaura un rapporto più diretto e concreto tra il torrefattore e i coltivatori, contribuendo così alla ricerca della qualità del prodotto da parte di entrambi.
Al momento Sant’Eustachio Il Caffè acquista caffè equo e solidale proveniente da cooperative di produttori della Repubblica Domenicana, del Guatemala, dell’Etiopia e del Brasile. Oltre a quello acquista caffè di Galapagos e dell’isola di Santa Elena.
Per l’attenzione posta nella selezione e nella scelta dei caffè e soprattutto per la cura messa nella preparazione artigianale di una materia prima di qualità, Sant’Eustachio Il Caffè offre un prodotto unico e impareggiabile.

Torna in alto

Numerose disponibilità di strutture in hotels, case per ferie e case religiose a prezzi estremamente competitivi per tutto l'anno.

Contattateci!

Avviso importante

A seguito del primo periodo di adattamento alle novità e ai cambiamenti in vigore dal 1° gennaio, a fronte delle problematiche rilevate in questo primo periodo, si reiterano alcune disposizioni su cui, così come per tutte le altre, non sarà possibile applicare alcuna flessibilità.
Ferme restando tutte le disposizioni precedenti, si ricorda in particolare che:
1.Il biglietto di ingresso è valido solamente per il giorno e per l’orario indicato al momento dell’acquisto. Esso non è rimborsabile o modificabile.
2.Il biglietto di ingresso acquistato online sarà nominativo. Per ogni titolo di ingresso acquistato sarà inviato un biglietto elettronico, valido per il passaggio ai tornelli senza necessità di cambio alle casse.
3.Il giorno della visita, prima di entrare ai Musei Vaticani (ingresso da Viale Vaticano), ciascun visitatore dovrà presentare individualmente al personale di custodia in servizio al corridoio di ingresso, il proprio biglietto, in formato elettronico (formato PDF) o cartaceo insieme ad un documento di identità in corso di validità per l’opportuna verifica del nominativo. Il biglietto dovrà essere integro; non saranno quindi accettati biglietti elettronici o cartacei privi di una qualsiasi parte, anche minima, tagliati, o con parti cancellate o con eventuali aggiunte. Non verrà altresì accettato il solo codice a barre o codice QR privo del resto del biglietto.
4.Tale biglietto dovrà essere validato individualmente da ciascun visitatore ai tornelli di ingresso. Non saranno accettate validazioni collettive o di gruppo.
5.Il biglietto acquistato a tariffa ridotta, senza adeguato titolo giustificativo, sarà annullato e sarà necessario, ai fini dell’accesso, provvedere all’acquisto di un nuovo titolo a tariffa intera.
6.Per le particolarità di gestione delle seguenti tipologie di visite, acquistabili dal nostro sito, permane l’invio del voucher con necessità di cambio in biglietto presso gli sportelli dedicati:
o Visite guidate organizzate dai Musei Vaticani.
o Visite didattiche.
o Pellegrinaggi.
o Visite di università.
7.Si rinnova a tutti l’invito a rispettare scrupolosamente l’orario di ingresso e le modalità di accesso, con particolare attenzione al corridoio assegnato per tipologia di biglietto.
8.In caso di acquisto di servizi aggiuntivi, il barcode relativo a tutti i servizi sarà presente su ciascun biglietto elettronico acquistato nell’ambito della stessa prenotazione. La validazione di uno dei barcode conferma l’utilizzo dei servizi acquistati nella loro totalità.

Scopri come possiamo aiutarti a pianificare la tua vacanza a Roma

Contattaci!

Info servizi ed eventi per gruppi

Richiesta informazioni sui nostri corsi

Richiesta informazioni sui banner scuole