Agenzia DOLCI SOGNI by Coop. Soc. IL SOGNO a r.l.
Autorizzato Prov. Roma R.U. 1333 del 02/04/2012
 
MODALITÁ DI PAGAMENTO

C5 per mille alla Coop. soc. Il Sogno
Corsi a Roma
Visite guidate con permesso speciale Roma
Corsi estivi a Roma
Visite guidate con permesso speciale Roma
Visite guidate serali animate con attori
 
 

. Romeguide - La guida di Roma  
  telefono 06.85301758 - fax 06.85301756 - EmailEmail: ilsogno@romeguide.it
Coop. soc. IL SOGNO arl - Viale Regina Margherita 192 - 00198 ROMA
. la guida online piu' completa di Roma
DOVE DORMIRE divisore TOURS DI ROMA divisore MOSTRE divisore MUSICA divisore TEATRI divisore VATICANO divisore VISITE GUIDATE divisore SPECIALE GRUPPI
spazio
TEATRI
spazio

ELISEO
Via Nazionale, 183 (Esquilino)

Gabriele Lavia in I GIGANTI DELLA MONTAGNA

dal 13/03/2019 al 31/03/2019

RICHIESTA INFORMAZIONI
Email:
Tel.(facoltativo):

*per avere anche conferma telefonica.
.
n. PaxData richiesta:

Richiedi altre informazioni

La prenotazione è soggetta a conferma


Call Center Coop. Soc. IL SOGNO a r.l.
Lunedì - Venerdì: ore 9-19
Sabato ore 10-14
Domenica chiuso

Per prenotazioni:
Cooperativa Sociale
IL SOGNO a.r.l.
Viale Regina Margherita, 192
00198 ROMA
Tel. 06.85301758
Fax 06.85301756
service@romeguide.it

I GIGANTI DELLA MONTAGNA di Luigi Pirandello con Gabriele Lavia al Teatro Eliseo dal 13 al 31 marzo 2019. Di: LUIGI PIRANDELLORegia: GABRIELE LAVIAPoproduzione: FONDAZIONE TEATRO DELLA TOSCANAIn coproduzione con: TEATRO STABILE DI TORINOcon:GABRIELE LAVIAFEDERICA DI MARTINOLa vita è vento, la vita è mare, la vita è fuoco. Non la terra che s´incrosta e assume forma. Ogni forma è la morte...
maggiori informazioni sull´evento

PREZZI BIGLIETTI
Platea € 35.00       € 29.50
Balconata I € 30.00       € 26.00
Balconata II € 22.00       € 20.00
Balconata III € 15.00       € 13.00


   INFO EVENTO:

I GIGANTI DELLA MONTAGNA di Luigi Pirandello con Gabriele Lavia al Teatro Eliseo dal 13 al 31 marzo 2019.
Di: LUIGI PIRANDELLO
Regia: GABRIELE LAVIA
Poproduzione: FONDAZIONE TEATRO DELLA TOSCANA
In coproduzione con: TEATRO STABILE DI TORINO
con:
GABRIELE LAVIA
FEDERICA DI MARTINO

La vita è vento, la vita è mare, la vita è fuoco. Non la terra che s´incrosta e assume forma. Ogni forma è la morte.

Una compagnia di teatranti guidata dalla contessa Ilse arriva alla villa detta Scalogna dove vive uno “strano” mago che dà loro rifugio. Ma chi è Cotrone?
Lo sanno tutti, è lo stesso Luigi Pirandello. Ma Cotrone è anche qualcosa di più. È colui che vive rifugiato o emarginato nella propria illusione che il Teatro possa essere il Luogo Assoluto. Fuori da ogni contaminazione. Lontano da quei Giganti, da quelle “forze brute”, da quegli uomini (forse noi stessi!) che mettono paura solo a sentirli passare al galoppo! I Giganti sono uomini che hanno dimenticato la coscienza della loro origine. Snaturati dal non voler conoscere se stessi. E dunque non possono far altro che continuare a uccidere la “poesia originaria” nata come specchio dell´uomo... uccidere il Teatro. Nel nostro spettacolo, ancora tutto da fare, cioè nel “teatro della mente del regista”, tutta l´azione dovrebbe accadere dentro un “teatro distrutto”. “Pare vogliano costruirci qualcos´altro”. Uno stadio? Un cinema? (Ma ormai è improbabile) ... Un centro commerciale? Forse uffici? ... È qui che si vorrebbe rappresentare ‘I Giganti della Montagna´ dell´amatissimo Pirandello. Ma il finale “non scritto” vorrei che fosse una speranza, meglio, una certezza laica, che “la poesia non può morire”. E allora i giovani attori che faranno il ruolo dei Fantocci nella “stanza delle apparizioni” e che sono i “fantocci-personaggi” de ‘La favola del figlio cambiato´, alla fine, sul proscenio di assi sconnesse, davanti a un povero sipario strappato, reciteranno tutta (sia pur ridottissima) ‘La favola del figlio cambiato´. Per “fede nel teatro” ... che... fateci pace! ... non morirà mai... “finché il sole risplenderà sulle sciagure umane”.
Gabriele Lavia
meno informazioni

spazio
Invia a MySpace!